LAND ART AL FURLO VII EDIZIONE: Daniela Giglio

12
ago
2016

daniela giglio

Flusso

Con l’idea di “scrivere un racconto verticale” ho pensato alla suggestività del luogo stesso: il Furlo. L’origine del nome ha un suo significato che, non a caso, rispecchia quello che io faccio nel mio lavoro. In tempi recenti il suo nome era Saxa intercisa “pietra spaccata” e, successivamente, Petra pertusa “pietra forata” e Furlo da Forulum “piccolo foro”. Il mio intento è, quindi, raccontare il luogo attraverso un blocco di pietra posto in verticale e costituito da “fratture”, richiamandone l’origine stessa del nome. In particolare, l’opera si suddivide in tre pezzi sezionati, ruotati in senso orizzontale e, nello stesso tempo, uniti tra loro. Il terzo pezzo superiore è, invece, aperto e poggiato sul secondo come si fa con una pagina di un libro. Le “fratture” danno la possibilità di far scorrere liberamente le acque di un fiume come quelle del Candigliano, fiume che costeggia il Furlo. Il suo impetuoso corso, però, viene bloccato dalla presenza di una diga che lo trasforma in un placido lago. Nel mezzo dell’opera è presente un foro, ad altezza d’uomo, creato tra la frattura e il fiume che dà la possibilità all’osservatore di avvicinarsi con curiosità e fissare lo sguardo verso la diga immersa nel bel verde della gola. L’opera viene realizzata in marmo travertino procurato dal maestro Sestilio Burattini e le dimensioni potrebbero anche aumentare in base alla sua collocazione. I tre pezzi dell’opera sono smontabili e sormontabili attraverso un perno all’interno in modo da garantire la sicurezza.

Daniela Giglio è nata a Mola di Bari il 17 Settembre del 1990. Vive a Conversano, provincia di Bari. Si è diplomata all’Istituto Statale d’Arte “Luigi Russo” di Monopoli conseguendo il Diploma di Maestro d’Arte e il Diploma di Maturità d’Arte Applicata sezione “Arte del Tessuto” nell’anno scolastico 2008/2009. Ha conseguito il diploma accademico di I livello presso l’Accademia di Belle Arti di Bari nell’anno accademico 2013/2014. Frequenta il Biennio Specialistico, corso di Scultura, dell’Accademia di Belle Arti di Bari. Ha partecipato nel 2006 al Concorso “I giovani raccontano i giovani” – diocesi Conversano-Monopoli; nel 2007 all’Extempore di disegno e pittura “Scorci suggestivi del centro storico di Monopoli” organizzato da CS e IS; nel 2007 al progetto “Poliscuola” (I.S.A. di Monopoli); nel 2008 e 2009 allo Stage nell’Azienda “Galizia Spose”. Nel 2012 ha partecipato alla mostra dal titolo “Street High and Loft in the art”, c/o FASHION DISTRICT MOLFETTA OUTLET organizzato dall’Accademia di Bella Arte di Bari; alla mostra “Coerenze formali” presso il Palazzo Roberti di Mola di Bari, -cattedra di Plastica Ornamentale dell’Accademia di Belle Arti di Bari; alla mostra “Mostra di Talenti” organizzata da Giovane Italia presso l’ex chiesa di San Giuseppe di Conversano. Nel 2013/2014 ha partecipato alla III edizione del Premio Emilio Notte. Ha collaborato, nel 2015, al Simposio internazionale di Scultura a Bitonto; ha partecipato alla mostra “Al Safara” presso il San Benedetto di Conversano; ha partecipato al 19° concorso internazionale della Fondazione Peano – Scultura da vivere “Scultura per la città”; ha seguito uno stage presso il laboratorio dello scultore Sestilio Burattini. Nel 2016 ha partecipato al 7° Festival della Scultura contemporanea presso il Polo museale di Lanciano e ha realizzato una mostra collettiva con la Cattedra di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Bari presso il Castello Angioino di Mola di Bari.

 2

LAND ART AL FURLO VII EDIZIONE

Totem scritture verticali

Vernissage: 21 Agosto ore 10.30

Dal 21 agosto al 18 settembre 2016. Tutti i giorni 10/19 ingresso libero

Via Sant’Anna del Furlo 39 – 61034 Fossombrone PU

Casa Degli Artisti – Residenza Creativa
Sant’Anna del Furlo, 39 – 61034 – Fossombrone (PU)
Andreina De Tomassi: 342 3738966
casartisti@gmail.com www.landartalfurlo.it

PRESS OFFICE
ComunicaDesidera Roberta Melasecca Architect/Editor/Pr
www.comunicadesidera.com
M.
info@comunicadesidera.com T. 349.4945612