LAND ART AL FURLO VIII EDIZIONE: Benedetta Galli

26
lug
2017

benedetta galli

LAND ART AL FURLO VIII EDIZIONE: Benedetta Galli
Le Marcel mise à nu par ses celibataires même

Nel 1938 Marcel Duchamp realizzò un’installazione per l’Esposizione Internazionale del Surrealismo di Parigi a cui collaborò anche Man Ray. Il titolo era “1200 sacchi di carbone” o “The Grotto”. Si trattava di un lavoro composto da sacchi di juta riempiti di carta e pendenti dal soffi tto, sotto di loro c’era una stufa di ghisa che conteneva una lampadina e che costuiva l’unica fonte di luce. Questa installazione è stata riprodotta moltissime volte nel corso della storia tra cui: “the Grotto”, Manifesta9, Belgio, giugno 2012 a ricordo delle miniere di Marcinelle e “1200 sacchi di carbone” di Elaine Sturtevant, alla Rubenstein Gallery, New York, aprile 2011. Nel progetto “le Marcel mise a nu par ses celibataires même”, l’installazione di Duchamp, già presentata in altre occasioni, è il pretesto per voltare le spalle al futuro e inciampare su di esso. I sacchi di juta sono appesi al soffitto, capovolti e vuoti. Sono stati riempiti di caffè, di grano, di stoffa e di carta, sono stati utili e inutili. L’installazione sarà costituita da un sacco di juta che conterrà piccole pietre e terra provenienti dal substrato sottostante. Il sacco chiuso, sarà appeso ad un ramo con una corda in fibra naturale fissata poi a terra con un picchetto. L’installazione avrà carattere permanente.

Benedetta Galli
Benedetta Galli è nata a Perugia nel 1976. Tra le principali mostre personali: 2017 Sul nulla o per l’amore che ancora provo per te, con Sergio Baldassini, Galleria ADD-art, Spoleto; 2016 le Marcel mise à nu par ses célibataires, même, Mesia Space, Roma; 2015 Lo spazio assente, con Danilo Fiorucci, Museo di Sant’Antonio Abate, Cascia, a cura di Anna Cochetti; 2015 le Marcel mise à nu par ses célibataires, même, Palazzo di Primavera, Terni, a cura di Fulvia Pennetti; 2014 Gocce, Galleria ADD-art, Spoleto, a cura di Claudia Bottini; 2013 Ritratti Derutesi, Freemocco’s House, Deruta, a cura di Giovanna Brenci; 2013 Microscopie, Art Style Gallery, Perugia, a cura di Giovanna Brenci; 2012 ECO, Museo dinamico del laterizio e delle terrecotte, Marsciano (Pg), Premio MAG; 2009 Sedie di Forza, Giardini del Frontone, Perugia, a cura di Associazione Common Lab; 2006 Sedie di Forza, Galleria Artico, Perugia; 2005 Breve antologica , Palazzo del Podestà, Città di Castello, Perugia, Associazione Manidopera; 2004 Quadrilobi, installazione, Palazzo Nieddu del Rio, Locri, Reggio Calabria; 2004 Specchio, performance, Villa Pitignano, Perugia; 2003 Le poet brillà, Spazio espositivo BlobArt, Perugia. Le sue opere sono resenti in collezioni pubblichew permanenti quali: Museo d’arte Città di Ravenna, acquisizione curata da Linda Kniffitz; Fondo AA.VV. Copie uniche d’artista, Biella, a cura di Walter Ruffatto; Museo Musinf di Senigallia, acquisizione curata da Giorgio Bonomi; Hotel San Carlo Borromeo, Spoleto, acquisizione curata da Franco Troiani, Studio A’87; Museo Ecce Homo, Borja, Saragozza, Spagna; Camera del Lavoro, Perugia, acquisizione curata da centro per l’arte contemporanea Trebisonda; Ospedale San Matteo di Spoleto, acquisizione curata da Franco Troiani, Studio A’87.

LAND ART AL FURLO VIII EDIZIONE
SAXUM

Vernissage: 26 Agosto ore 16.00

Dal 26 agosto al 24 settembre 2016. Tutti i giorni 10/19 ingresso libero
Via Sant’Anna del Furlo 39 – 61034 Fossombrone PU

Casa Degli Artisti – Residenza Creativa
Sant’Anna del Furlo, 39 – 61034 – Fossombrone (PU)
Andreina De Tomassi: 342 3738966 casartisti@gmail.com www.landartalfurlo.it

PRESS OFFICE
Roberta Melasecca Architect/Editor/Pr
roberta.melasecca@gmail.com 349.4945612