Artisti | 27/06/2021 21:06 | Ufficio Stampa

Teatro musicale, performance, videoarte, danza e installazioni sono i campi privilegiati in cui Mauro Bagella si muove per realizzare le sue opere, anche in collaborazione con altri artisti. La sua attività creativa si svolge in “zone di confine” – come segnala anche il titolo di uno dei CD che ha realizzato – al punto di confluenza di varie esperienze. Spazia dall’utilizzo della voce di sopranista – ha cantato per anni
in un ensemble di musica barocca – all’esplorazione di materiali compositi. La sua musica è aperta a ogni sorta di sperimentazione e alle possibilità offerte dal suono elettronico, ma scorre comunque nell’alveo della tradizione colta occidentale, che ha oggi vastità e contaminazioni planetarie e ha a che fare con l’uso umano e poetico delle nuove tecnologie. Diplomato in Composizione e in Musica Elettronica e
laureato in Filosofia, per le esigenze del suo lavoro di compositore, Mauro Bagella ha anche inventato e realizzato il P.O.P.System un sistema per la produzione degli armonici del pianoforte – poi utilizzato anche da altri compositori – che ha impiegato in molte composizioni e in Una dolcezza inquieta, brano legato, nel web, al suggestivo video di un artista belga.
Nel 2002 ha fondato assieme a Lisa Monna e Donatella Vici la emmebifactory, uno studio per la progettazione e la realizzazione di prodotti artistici, di cultura e di spettacolo.
Assieme a Lisa Monna ha realizzato le installazioni con musica:
Girevole, ottobre 2018, all’interno della mostra collettiva Il segreto del Giardino;
Dal chiuso dell’acqua, audioinstallazione per una toilette, ottobre 2019, all’interno della collettiva Exclamation di Ignorarte;
Byoblù 21, luglio 2021, Museo dell’Orto Botanico di Roma, all’interno della collettiva Osmosi di Ignorarte;
Le stagioni della memoria, novembre 2021, all’interno del progetto Connessioni per la vetrina di ME.SIA S.PACE.
www.emmebifactory.com
https://www.criticipercaso.it/2018/04/11/bagella-monna-limportanza-di-essere-duo/


 

Artisti | 27/06/2021 21:06 | Ufficio Stampa


Partecipa anche tu

Vogliamo lavorare collettivamente per salvaguardare il paesaggio, la biodiversità e promuovere l’arte sostenibile. La Bellezza come necessità e Bene Comune.

LEGGI Di PIU'